Amburgo, appunti di un viaggio unico

Con la città di Amburgo avevo un rapporto conflittuale, non definito. Tracciato da una linea nemica e da una perdita importante, di tanto tempo fa. 

Ho odiato questa città come se fosse stata lei, in persona, ad avermi ferita. 

Di fatto, il mio viaggio ad Amburgo è stata una sorta di sfida fra me e lei, ma anche fra me ed il mio passato.  Però, la città ha voluto metterci del suo per appianare questo dissidio. È stata brava, Amburgo.

Furba e circospetta. 

Mi ha fatto trovare un meteo stupendo, ricco di luce e sole. Piazze e strade brulicanti di vita. Una bellezza tutt’intorno che mi ha abbracciata, fatta sentire libera, senza quel bagaglio di emozioni negative che provavo. 

Insomma, fra noi è pace fatta. 

Per questo, ora, posso raccontarvi di quello che è stata la mia esperienza di viaggio ad Amburgo, un luogo che definire magico è poco. Credetemi. 

Aeroporto di Amburgo: inizia la mia avventura! 

Giovedì 20 giugno

Quando ha qualcuno che ti aspetta in aeroporto, è sempre un’emozione. In città vive mia nipote, che mi accoglie con feste e sorrisi, dissipando in un attimo le mie paure circa questa trasferta. 

Alloggerò per qualche giorno a casa sua, così non solo potremo condividere momenti preziosi, ma sarò anche nella posizione privilegiata di residente e non turista. 

Per la mia prima sortita, passeggiamo nel quartiere Bahrenfeld, una zona residenziale molto carina e non lontana dal centro. 

A cena, per non spezzare subito il cordone con l’Italia, ci concediamo una buona pizza da Tazzi: assolutamente consigliata! 

Cose da vedere ad Amburgo: team Fashiondea a raccolta! 

Venerdì 21 giugno

Il mio viaggio qui è anche di lavoro, oltre che di piacere. Ecco perché con me c’è il mio mitico team Fashiondea: Alessandra Galano, Liliana Lietz e Federico Fagnola

Passata la fase di ambientamento, oggi si lavora e… si va a spasso fra i luoghi più belli e da non perdere ad Amburgo!

La nostra prima tappa è a Neustadt (Città Nuova), un centro suggestivo, architettonicamente molto elegante e variegato, dove spiccano alcuni dei 100 e passa canali di Amburgo. 

La zona è perfetta per lo shopping di lusso e di fascia media, con tanti negozi incastonati in un’atmosfera molto mitteleuropea fatta di stradine, vicoli, ponti e tetti a punta. 

Naturalmente, c’è tanto da vedere, luoghi sia della movida, che culturali: palazzi, musei, gallerie. Da non mancare è una visita al Palazzo del Municipio, uno splendido edificio in stile neo rinascimentale costruito fra il 1886 ed il 1897, che vanta ben 647 sale.

Intanto che scattiamo le prime foto, ci perdiamo nella bellezza di ciò che ci circonda. Ogni passo è una scoperta, ogni strada, ogni vicolo una nuova faccia di una città magnifica. 

Shooting fra i quartieri più belli di Amburgo

Sabato 22 giugno

Ancora lavoro. 

A Bahrenfeld ho adocchiato alcune palazzine in stile industrial, caratterizzate da muri in mattoni rossi: perfetti per uno shooting con un abitino che amo molto e che voglio presentarvi. 

Pranzo velocissimo e sosta per lo shopping da Primark, dove coinvolgo tutto il mio staff. 

Poi, un giro un metropolitana – che ha lunghi tratti in superficie, ci porta ad ammirare il paesaggio urbano fatto di contraddizioni e stili diversi.

La serata ci porta a Sankt Pauli, un quartiere vivace e molto trendy dove assaggiamo un burrito (iper calorico!) messicano e una Astra, la birra tipica del posto. 

Soggiorno ad Amburgo: l’Hotel boutique East Hamburg

Domenica 23 giugno

Anche quando sono in viaggio per lavoro, mi piace ritagliarmi qualche momento per me stessa, da sola. 

Ne approfitto per fare colazione in un piccolo e grazioso bar, dove fra un cappuccino ed un bretzel, scrivo: la più catartica delle azioni, per me. 

La mia prossima tappa è all’East Hamburg, un hotel boutique raffinato e di grande atmosfera, che mi ospiterà fino a lunedì. 

Si tratta di un albergo molto bello, caratterizzato da un design esclusivo, molto urban e pienamente in linea con il fermento di questa città. 

Ogni ambiente è studiato alla perfezione, ma di certo quando arrivo al cortile interno avverto qualcosa di estremamente familiare, un tocco mediterraneo dato da piante di papiro, limoni ed arance. 

La mia suite, poi, è fantastica, sempre in stile industry ed urban, apparentemente spartana, ma dove tutto è perfetto, curato nel dettaglio. 

Ad accogliermi trovo un piccolo cadeau di frutta fresca e cioccolata varia, accompagnata da un bigliettino di benvenuto scritto a mano ed italiano: un’accoglienza da vera principessa. 

Il mio pomeriggio è di relax pieno, poi serata fuori e rientro sul tardi, concedendomi un buon cocktail nell’esclusiva lounge dell’East Hamburg. 

Domenica 24 giugno

Ultimo giorno in città, purtroppo. Da quando io ed Amburgo abbiamo fatto pace, la amo come non mai. 

La mia sveglia è non troppo presto (ma neanche troppo tardi! ) con una bella colazione a letto, servitami da un simpatico dipendente dell’East Hamburg

Il tempo di prepararmi e via! Io ed il mio team siamo di nuovo in giro per gli ultimi scatti. 

Ci dirigiamo verso Altstadt, un quartiere moderno e dalle architetture svettanti e lucenti: adoro! Qui, a dividere nuovo ed antico c’è solo un canale e, devo dire, l’effetto è davvero impareggiabile, due mondi che sembrano quasi sospesi nel tempo. 

Visto che siamo in zona, non può mancare un salto all’Elbphilarmonie, una delle sale per concerti più grandi ed avanzate del mondo. Un luogo un po’ magico, indubbiamente, che nutre di bellezza la città, ancora di più. 

Continuiamo a lavorare fino a tardi, anzi tardissimo! Però il rientro in questo magnifico hotel boutique di Amburgo mi rasserena, mi rende felice. Dormirò beata e soddisfatta, certa di aver dato il massimo in questo viaggio. 

Peccato solo che la mia sveglia suoni all’alba domattina per rientrare a casa, a Napoli

See you soon Hamburg! 

Ancora nessun commento, sii la prima


Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *