Medicina estetica, la medicina del benessere

La medicina estetica è una branca specialistica in ascesa, molto apprezzata da chi vuole valorizzare se stessa, ma senza stravolgersi e non riconoscersi più allo specchio.

In un certo qual modo, ha un che di artistico, nel senso che rispetta le caratteristiche personali e morfologiche di ciascuno andandole a migliore e valorizzare, al limite correggere, se necessario, ma non a mutare completamente.

I trattamenti di medicina estetica più richiesti

È una delle domande che mi pongono sempre le mie pazienti quando arrivano al Centro Nemesis: “Quali sono i trattamenti di medicina estetica più richiesti?”.

Di sicuro, è bene precisare fin dall’inizio che seguire una moda, una tendenza, non è applicabile a chiunque. Anzi, è assolutamente sconsigliato.

Sarà compito del medico estetico valutare, a seguito dell’anamnesi, quali siano le migliori soluzioni per la paziente, quali trattamenti consigliare e quali no. Anche per questo è fondamentale che ci si rivolga a professionisti del settore certificati (ma di questo ne parlerò a breve), onde evitare situazioni spiacevoli o addirittura di rischio.

Tornando ai trattamenti di medicina estetica più richiesti, di certo abbiamo l’Hifu, che ricompatta la pelle e ridefinisce i contorni. Ed i fili a trazione, che vanno a sostenere e bioristrutturare il volto.

I trattamenti di medicina estetica per il corpo più gettonati sono quelli mirati a combattere e contrastare la cellulite, oppure quelli che prevedono una stimolazione del collagene per ricompattare la pelle. Infine, molto richiesti sono i trattamenti elettromedicali volti a modellare il corpo.

Tutte queste tipologie di trattamento sono da applicarsi a seconda del caso, non per moda o altro. Una diagnosi si rivela assolutamente principale e necessaria, prima di cominciare: spesso, infatti, sono le cattive abitudini e gli stili di vita a provocare un problema e/o difetto estetico.

Dunque, è inutile attuare un protocollo ambulatoriale per trattare la cellulite edematosa, quando questa è causata da un dismorfismo posturale, ad esempio.

Medico estetico: mai affidarsi agli improvvisati!

Così come accennavo prima, la medicina estetica è molto appetibile per tanti colleghi, ma anche per i tanti professionisti che ruotano attorno al mondo della bellezza e del benessere.

Così, ad oggi, ci ritroviamo con troppi soggetti che hanno seguito un percorso corretto per divenire medico estetico, che al limite hanno fatto un corso o un breve aggiornamento ed acquistato il macchinario del momento. E no, miei cari, non funziona affatto così!

Occorre seguire un percorso formativo specialistico che dura dai 2 ai 4 anni in università accreditate e riconosciute, studiare, studiare e studiare. Ma anche e soprattutto fare pratica, perfezionarsi, mai restare indietro ed aggiornarsi continuamente.

È questo che dico sempre ai miei studenti del Master di secondo livello di medicina estetica dell’Università di Camerino o a quelli del Master internazionale di medicina estetica pratica dell’ICAMP College di Milano. Parliamo di salute, di persone: non ci si improvvisa medici!

Dunque, informatevi bene prima di rivolgervi ad un centro o specialista. Chiedete e verificate che abbia le competenze giuste, non vergognatevi di farlo: è un vostro diritto, è la vostra salute!

Come sempre, noi del team di #ProgettoBellessere siamo a disposizione per guidarvi verso un corretto percorso di bellessere: contattateci per una consulenza!

Ancora nessun commento, sii la prima


Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *