Voglia di cibi ipercalorici: parliamo del food craving

Quante volte siete state sopraffatte dalla voglia di cibi ipercalorici? Quelli che danno tanta soddisfazione nel mangiarli, ma che poi, subito dopo, ci fanno sentire altamente in colpa? 

Beh, immaginiamo spesso. 

Questa irresistibile voglia di ingurgitare cibi pronti, ricchi di zuccheri, sale e grassi è normale, anche se non ha delle precise spiegazioni scientifiche, ad oggi. Il problema insorge nel momento in cui tali voglie non riescono ad essere più controllate, rischiando di divenire un elemento di disturbo sia per il controllo del peso, che per la salute in generale. 

La voglia di cibi grassi ha addirittura un nome, il food craving, proprio per ribadire quanto sia comune tale desiderio incontrollato. 

Voglia di cibi ipercalorici: parliamo del food craving

Food craving: perché capita a tutti?

Come dicevamo poc’anzi, non ci sono dei precisi motivi per il quale abbiamo un’irrefrenabile voglia di cibo ipercalorico e/o spazzatura. 

Più in generale, possiamo parlare di una serie di concause che lo sviluppano. 

Prima fra queste è, ovviamente, la privazione: più si sarà a dieta stretta, maggiore sarà il desiderio di sgarrare. 

Ci sono poi quelle cause legate agli squilibri ormonali, allo stress, alla gestione delle emozioni, sia positive, che negative. Ricordiamo sempre che le voglie di cibo nascono nelle regioni del cervello che sono responsabili della memoria, del piacere e della ricompensa.

Di fatto, il cibo diventa un surrogato di un qualcosa che manca. 

I cibi che provocano “dipendenza”

Di solito, sono i carboidrati i cibi prediletti da questi “raptus alimentari”. Ciò perché i carboidrati fanno alzare i livelli di insulina nel sangue, aumentando altresì i livelli di serotonina, l’ormone del buonumore. È il caso tipico di quando ci concediamo una pizza: siamo subito più felici e vorremmo continuare a mangiarne ancora e ancora.

Voglia di cibi ipercalorici: parliamo del food craving

Oltre ai carboidrati, ci sono altri alimenti che sviluppano il food craving, ovvero quelli ricchi di zuccheri, amidi raffinati e tutti i cibi già pronti, per i quali si possono sviluppare delle vere e proprie dipendenze.

Consigli per combattere la voglia di cibi ipercalorici

A questo punto, è chiaro che il food craving sia un potenziale problema per la nostra salute, specie se si sta cercando di perdere peso o di mantenere quello che, con grandi sacrifici, si è riuscito ad ottenere. 

Combattere la voglia di cibi ipercalorici può e deve essere un obiettivo al quale tendere il proprio arco, così da scoccare la freccia nella giusta direzione e non abbandonarsi a mega abbuffate di cibo spazzatura per compensare altre situazioni. 

Ecco perché abbiamo pensato di darvi qualche utile suggerimento, dei consigli per contrastare il food craving e migliorare il proprio rapporto con il cibo

1. Evitate le diete fai da te, specie quelle restrittive: lasciate il compito di stilare un piano alimentare adeguato ad un professionista del settore

2. I carboidrati non sono il male assoluto: la loro assunzione va solo gestita in maniera corretta 

3. Ricordate di non trascurare alcun alimento del vostro piano alimentare: i macronutrienti giornalieri assegnativi devono essere tutti completati, così da mantenere anche un adeguato livello di zuccheri nel sangue 

4. Preferite carboidrati a basso indice glicemico: soprattutto quelli integrali e ricchi di fibre

5. Aumentate il consumo di frutta, verdura e legumi

6. Aumentate l’apporto proteico con carni bianche, carni rosse a basso colesterolo, formaggi e latticini magri, uova e pesce con Omega-3

7. Non trascurate l’attività fisica: vi farà sentire bene, soddisfatti e più felici, migliorando anche il tono muscolare e la densità ossea

Voglia di cibi ipercalorici: parliamo del food craving
Voglia di cibi ipercalorici: parliamo del food craving
Voglia di cibi ipercalorici: parliamo del food craving

Insomma, non cedere al food craving non è difficile, ma non è neanche semplicissimo.

Ma per rendere questo percorso meno arduo, è sempre importante essere affiancati da professionisti del settore della nutrizione. 

Noi di NeaFit, in quanto partner del Progetto Bellessere, siamo qui per seguirvi passo passo, con un team di professionisti e macchinari all’avanguardia. 

Contattateci per una consulenza! 

2 Comments

  1. […] Colloquio conoscitivo: è il primo e più importante step, il primo contatto che avviene fra paziente e specialista. In questo frangente, viene redatto un primo quadro clinico del soggetto, specie in relazione ai fattori, alle patologie e/o agli stili di vita che vanno ad incidere sull’aumento di peso, come il food craving […]


Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *